Come prendersi cura dei capelli grigi?

Il processo di ingrigimento dei capelli, chiamato anche “canizie”, dipende solitamente da una predisposizione genetica, ma può essere accelerato dallo stress e dalle malattie, per esempio, da una carenza cronica di B12 o da problemi alla tiroide. L’ingrigimento dopo i 30 anni è considerato un processo fisiologico naturale, ma se avviene prima dei 30 è considerato prematuro. Indipendentemente da quando e perché iniziamo ad avere i capelli grigi, esistono diversi rimedi per migliorarne l’aspetto. Come e quando iniziare il trattamento adeguato? Scopriamolo!

Capelli grigi: caratteristiche

I capelli grigi hanno una struttura diversa rispetto a quelli pigmentati: sono spesso più secchi, più spessi o più sottili o, addirittura, iniziano ad arricciarsi.

Quando iniziare il trattamento?

Finché i capelli grigi rappresentano il 10-15% dell’intera area, non c’è da preoccuparsi e non è necessario cambiare le proprie abitudini. Quando la quantità supera il 60-70%, bisogna pensare ad una cura. Se i capelli grigi sono spessi e secchi, occorrerebbe utilizzare ingredienti idratanti con proprietà emollienti.  Sarebbe opportuno, periodicamente, servirsi di uno shampoo o di un balsamo per prevenire l’ingiallimento dei capelli ed evitare, così, riflessi blu antiestetici. Scegliete dei prodotti adatti al vostro tipo di capelli per la cura quotidiana e lavateli con uno shampoo specifico per capelli grigi una volta al mese.

Come prendersi cura dei capelli grigi?

Cambiare taglio

Se avete più del 30% di capelli grigi e non volete colorarli, cambiate pettinatura. I capelli lunghi non saranno di grande effetto, quindi potete optare per un carré o un taglio corto.

Dare volume

Si sa che con l’età, i nostri capelli diventano più sottili e tendono a cadere, quindi si desidera dare loro più volume. Per fare ciò, si consiglia di massaggiare il cuoio capelluto prima di ogni shampoo, così da migliorarne la circolazione sanguigna e stimolare le radici.

Gli sciampi 2 in 1 andrebbero evitati per non sovraccaricare i capelli sottili. Invece, è consigliabile ricorrere a maschere leggere e mousse, ad esempio con una miscela di shampoo e argilla bianca, si ottiene un effetto lifting. Inoltre, un risciacquo con la birra migliorerà il loro volume, basta mescolare della birra light con dell’acqua e versarla sui capelli.

Riprendersi i propri anni

I capelli grigi, perdendo il pigmento, diventano vuoti, rigidi e inclini a subire danni. Per rinforzare i capelli e renderli più flessibili, è possibile applicare una maschera fatta in casa almeno una volta alla settimana. Per prepararla basta mescolare 2 cucchiai di olio di cocco, 5 gocce olio di rosmarino e un tuorlo d’uovo, poi applicarla sui capelli e avvolgere la testa con un foglio di alluminio e un asciugamano. La maschera deve essere risciacquata dopo 30 minuti.

Idratare bene

Per evitare che i capelli grigi perdano umidità, si rompano e cadano, è necessario rigenerarli attraverso l’applicazione di oli, grazie ai quali i capelli ritrovano la loro lucentezza e la loro elasticità. Le proprietà idratanti si trovano nell’olio di jojoba, nell’olio di argan e nell’olio di amla (dall’uva spina indiana). L’applicazione dell’olio sui capelli deve essere effettuata 2-3 ore prima dello shampoo o il giorno prima. Versare una piccola quantità di olio sulla punta delle dita e applicare sui capelli, asciutti o leggermente umidi, dalle radici alle punte.

Ripristinare il colore

I capelli grigi non vanno tinti obbligatoriamente, ma non tutte le donne si sentono a proprio agio con il loro nuovo aspetto ed alcune si sentono addirittura più vecchie. Bisogna ricordare che i capelli grigi non tollerano coloranti, quindi conviene andare da un buon parrucchiere, soprattutto se si tratta della prima volta; questi sceglierà il colore della tintura in base alla vostra carnagione, e si occuperà dell’idratazione profonda dei capelli.

Si consiglia di utilizzare integratori proteici ad ogni shampoo. Questi preparati idratano i capelli e aumentano la morbidezza e la lucentezza. I cosmetici contenenti burro di karité sono importanti per una buona cura, così come gli sciampi viola aiutano ad acquisire un colore nturale e eliminare i toni del giallo.

Se avete intenzione di colorare i vostri capelli grigi, evitate gli sciampi semipermanenti, e utilizzate tinture forti che siano più scure rispetto ai capelli naturali di un massimo di due tonalità. Se non volete eccedere con la tinta, basta applicare un accenno di colore alle radici e utilizzare un prodotto che sia più chiaro rispetto al resto dei capelli.

Non dimenticate di tagliare le punte non meno frequentemente di ogni 6 settimane. Con i capelli grigi, le punte secche sono molto più visibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *